Come guadagnare facilmente lavorando con Facebook su Internet da casa

Fare soldi con Internet è possibile. Di sicuro non è un modo per diventare subito milionari, ma può essere un ottimo modo per arrotondare a costo zero, e di questi tempi chi lo rifiuterebbe?


Oggi vediamo come guadagnare con Facebook, che è facile da utilizzare ed è il social network più diffuso in Italia.

Il passo fondamentale consiste nel produrre materiale interessante: nel caso di Facebook, ciò equivale a un flusso di post, link e immagini che attirino l'attenzione degli utenti. Ricordatevi di aggiornare i contenuti ogni giorno.

Alcuni consigliano di aprire due account Facebook: uno per uso personale, e uno per finalità di marketing. Il problema è che Facebook non ammette più di un account a persona, e quindi se venite scoperti possono cancellarveli entrambi. Tuttavia, una soluzione è intestare un account a un vostro familiare (purché sia consenziente, ovviamente) e utilizzare il suo numero di telefono per le eventuali verifiche dell'account che Facebook può obbligarvi a effettuare.

Dal momento in cui iniziate a lavorare, attendete almeno un paio di mesi, cioè il tempo necessario a riempire la vostra pagina di contenuti e farli indicizzare sia dal motore di ricerca interno di Facebook, che dai motori di ricerca esterni come Google.

Se avete svolto tutto il lavoro appena descritto, è arrivato il momento di guadagnare. Cercate un programma di affiliazione che vi piace e che si adatta alle vostre esigenze. I programmi di affiliazione sono le iniziative di alcune grandi aziende (ad esempio Amazon) che vi permettono di guadagnare soldi ogni volta che un utente effettua un acquisto dopo avere visitato la vostra pagina. Nel caso in questione, la pagina è costituita dal post su Facebook. Inserite una descrizione dettagliata del prodotto e allegate il link comprensivo di codice di referral. Per ogni utente che cliccherà sul link, il programma di affiliazione vi permetterà di guadagnare una commissione.

Questa attività può essere svolta a costo zero, a parte ovviamente il tempo che ritenete opportuno impiegare. È anche possibile attivare delle campagne pubblicitarie su Facebook al fine di aumentare il numero di letture dei vostri post. Tuttavia, il gioco può non valere la candela, perché gli eventuali guadagni possono essere annullati dai soldi che avrete speso per pagare a Facebook la campagna pubblicitaria.

A questo punto è il momento di aggiungere il maggior numero possibile di followers: se state usando un account personale, accettate tutte le richieste di amicizia che vi arrivano. Se state usando una pagina aziendale — che, da regolamento di Facebook, è obbligatorio se rappresentate un'azienda — invitate quanta più gente possibile. Siate parsimoniosi, invece, nell'inviare richieste di amicizia da un account personale: Facebook potrebbe bloccarvi l'account, impedendovi di guadagnare.

È sottinteso che potete prendere parte a più programmi di affiliazione contemporaneamente. Non c'è limite, infatti, al denaro che potete guadagnare cumulativamente. In questo caso, però, è opportuno creare una pagina Facebook distinta per ogni genere di prodotto o servizio a cui siete affiliati, in modo da non confondere i lettori. Il vostro obiettivo è far sì che una pagina acquisisca autorevolezza su un tema specifico, cosicché gli utenti seguano con fiducia i link che consigliate. Ad esempio, in una pagina potete dare consigli su dieta e alimentazione, in un'altra su istruzione e studi universitari ecc.

Ricordate: il segreto per fare soldi su Facebook è aggiornare quotidianamente le vostre pagine e far iscrivere quanti più follower potete. Ogni qualvolta uno di questi ultimi clicca su un vostro post ed effettua un acquisto nei siti a cui siete affiliati, guadagnerete denaro. Non c'è bisogno di sapere chi ha visitato la pagina Facebook. Ovviamente si tratta di denaro assicurato, non è certo come vincere al lotto.

Un ulteriore modo per guadagnare con Facebook è ospitare i "guest post". Questa pratica si è diffusa ai tempi d'oro dei blog, e consiste nell'ospitare articoli scritti da altri autori, i quali possono essere anche disposti a pagare denaro — euro, dollari o bitcoin — per affittare lo spazio. Nulla vieta di applicare lo stesso meccanismo alle pagine Facebook. Ovviamente la vostra pagina deve essere abbastanza nota da suscitare l'interesse degli articolisti esterni.

Redazione online